Il bushi

"bushi (武士): letteralmente: bu significa "marziale"; shi è l'unione tra il tratto basso orizzontale che indica il numero 1 e la croce il 10. L'unione di questi due segni rappresenta la conoscenza, quindi colui che discerne tutto, l'illuminato".

Chi è un guerriero? Potenzialmente lo siamo tutti.
A patto che ogni uomo si adoperi ad approfondire la sua esistenza. Infatti, la conoscenza, acquisire conoscenza, non è un atto inconsapevole o fortuito ma il prodotto di tensioni di pensieri, di azioni.
Stravolgimenti ed avvolgimenti, tentazioni e correzioni, comprensioni e incomprensioni.
Ma soprattutto, quel sentimento di meraviglia e stupore che lega ogni singolo respiro verso una meta.
Quale meta?
Al bushi scoprirlo.

Ma la strada è, e sarà, di sicuro impervia!
Quindi, quale strada scegliere?
Seppur non rare le giornate di sole ciò è sicuro: la "pioggia" cadrà abbondante.

Comunque vada, egli affronterà molti "nemici":
  • le paure;
  • le ingiustizie;
  • i ricordi;
  • il futuro;
  • le ideologie;
  • le incoerenze;
  • le coerenze;
  • il sonno;
  • gli inganni;
  • il suo curriculum.


Comunque vada, egli avrà molte armi con sè:
  • il principio direttivo;
  • i suoi libri;
  • le sue arti;
  • l'amore per la conoscenza;
  • la saggezza altrui;
  • l'impermanenza;
  • il ricordo della morte.